Dottorato


A partire dall'Anno Accademico 2004-2005, la Facoltà Valdese di Teologia ha arricchito la propria offerta formativa mediante l'introduzione di un percorso in vista dell'acquisizione del dottorato in teologia. 

 

Sono stati istituiti due indirizzi: 

SISTEMATICO-ECUMENICO

STORIA DEL PROTESTANTESIMO

 

La scelta è dettata dalla vocazione specifica della Facoltà in Italia e nella città di Roma, dove molti atenei cattolici rilasciano dottorati in teologia; in tale quadro, il nostro compito è di favorire la ricerca scientifica sulla storia e sulla teologia evangeliche.

 

I/le candidati/e devono essere in possesso della Laurea in teologia o altro titolo ritenuto equipollente dalla Facoltà;
il tema della ricerca va concordato con il responsabile del rispettivo indirizzo e approvato dalla Facoltà. 

 

Si richiede la conoscenza delle lingue straniere che la Facoltà reputa necessarie per lo svolgimento della ricerca e, in ogni caso, anche per coloro che non hanno la Laurea in teologia, dell'ebraico e del greco biblici e del latino. 

L'ammissione è subordinata a una valutazione delle attitudini del/la candidato/a alla ricerca scientifica.

 

Il percorso dura tre anni, non comporta obbligo di residenza a Roma; oltre alla redazione di una dissertazione, è richiesta la partecipazione a seminari specialistici, organizzati dalla Facoltà e/o da altri atenei, nell'ambito di progetti comuni.

 

Il percorso sistematico-ecumenico è sviluppato in stretta collaborazione con scambio di docenti, di studenti e reciproco riconoscimento di alcuni momenti formativi,  con il Pontificio Ateneo S. Anselmo.

 

Responsabili dei due indirizzi sono i proff. Lothar Vogel (storia del protestantesimo) e Fulvio Ferrario (sistematico-ecumenico).